Giovedì 22, a Venezia, si è conclusa con la visita della chiesa di San Giacomo dell’Orio, l’ultima delle tre uscite del Gironzolando di Ottobre.

L’interno della chiesa, su cui sorgono ancora diverse versioni riguardanti la sua fondazione, è caratterizzato dalla sovrapposizione di vari stili architettonici, legati agli interventi susseguitesi nel corso del tempo: della costruzione duecentesca rimane la torre campanaria e la pianta basilicale a tre navate, mentre la copertura “a carena di nave” (così detta perché utilizza tecniche di costruzioni navali tipiche dell’Arsenale di Venezia) è di impronta gotica e le decorazioni dell’altare maggiore e della navata centrale sono lombardesche. Diverse sono le Pale, gli affreschi e le sculture di pregio, nonché l’antico fonte battesimale e la Sacrestia Vecchia.

La passeggiata, che ci ha condotto alla chiesa, ha avuto inizio dalla Stazione di S. Lucia e attraverso rughe, calli, sottoporteghi, campi e campielli. Durante il tragitto, soffermandosi nei punti di maggior interesse, Maria, la nostra preziosissima guida, ci ha spiegato di come la toponomastica sia importante e significativa in relazione alle origini del luogo, alle diverse costruzioni architettoniche e da chi fu abitata questa zona della città nella storia dei secoli.

Per questi eventi nel 2020 Fuori Limite sosterrà la LILT Lega Italiana Lotta contro i Tumori Onlus con progetti che riguardano prevalentemente la salute delle donne.

Per informazioni e adesioni scrivere a info@fuorilimite.it
Seguiteci su: Facebook e su Instagram

Per il calendario degli appuntamenti Gironzolando Venezia 2020 visita la sezione dedicata Gironzolando Venezia